Notizie in evidenza:
Oggi è:
lunedì 30 gennaio 2023

Tunisia…Napoli. Una notte magica da raffinata fiaba

Console di Tunisia a Napoli, Beya Ben AbdelbakiIl Console Beya Ben Abdelbaki Fraua

NAPOLI – Una serata incantata tra candele, aromi e sapori del Mediterraneo grazie alle magiche atmosfere di Napoli e della Tunisia che si fondono e ritrovano le radici comuni.

Questo il senso dello straordinario evento che si terrà nella favolosa residenza settecentesca di Villa Domi in via dello Scudillo a Napoli, venerdì 21 giugno 2019, a cura del Consolato della Repubblica della Tunisia nella persona della signora Beya Ben Abdelbaki Fraua, Console per l’area dell’Italia meridionale.

Una lista selezionatissima ed esclusiva per 500 invitati rigorosamente in abito da sera, tra rappresentanti delle Istituzioni, personaggi di altissimo profilo dal mondo degli imprenditori ed esponenti della società civile, tra i quali l’Ambasciatore della Tunisia a Roma, Moez Sinaoui.

Ad accoglierli, alla luce delle candele e tra i profumi dei caratteristici gelsomini tunisini, troveranno deliziose hostess che consegneranno loro in omaggio copie dei libri “Viaggio nella cucina islamica” (Nardini Editore) di Claudio Aita e “Basilico a Natale” di Rosi Padovani, edito dalla Giammarino Editore che collabora all’organizzazione dell’evento. Inoltre, verranno donati “Chamia”, squisiti dolci tipici, e originali foulard tunisini.

Personale abbigliato in costume tipico tunisino guiderà gli ospiti con cortesia nel cammino di una raffinata e fascinosa “notte di mezza estate”.

Madrina dell’evento sarà un’artista amatissima a Napoli, tunisina d’origine, napoletana di fatto e mediterranea per antonomasia: M’Barka Ben Taleb, la quale, durante la cena, delizierà i presenti con alcuni brani del suo repertorio in collaborazione con il direttore d’Orchestra napoletano Carlo Morelli, che dirigerà il Coro Città di Napoli.

Non poteva mancare, in una serata che abbiamo già più volte definito “magica”, la presenza di un mago come il noto illusionista tunisino Hamadi Kachermi, a caratterizzarne l’atmosfera da fiaba.

Direttore editoriale
Nessun commento

Rispondi

*

*