Notizie in evidenza:
Oggi è:
lunedì 30 gennaio 2023

Psoriasi: la Clinica Dermatologica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli lancia un progetto pilota per un patto di gestione condivisa tra università e territorio attraverso strumenti di comunicazione e tecnologie diagnostiche digitali la presentazione il 16 ottobre, alle ore 13.30 Biblioteca Pietro Santoianni – Edificio 10 via Pansini n. 5, Napoli

Psoriasi: la Clinica Dermatologica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli lancia un progetto pilota

per un patto di gestione condivisa tra università e territorio

attraverso strumenti di comunicazione e tecnologie diagnostiche digitali

 la presentazione il 16 ottobre, alle ore 13.30

 Biblioteca Pietro Santoianni – Edificio 10 via Pansini n. 5, Napoli

 

Presso la Clinica Dermatologica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli,  (Biblioteca multimediale “Pietro Santoianni” – Edificio 10 – via Pansini 5), mercoledì 16 ottobre, alle ore 13.20, sarà presentato  App-Date Psoriasi, progetto pilota per la gestione dei pazienti con psoriasi.

All’incontro prenderanno parte, tra gli altri, il Presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia federiciana Luigi Califano, il Direttore del Dipartimento di Medicina Clinica e Chirurgia Fabrizio Pane, il Direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II Anna Iervolino, il responsabile del servizio farmaceutico regionale Ugo Trama, per l’assessorato alla Sanità della Regione Campania Antonella Guida e Gaetano Postiglione, il Direttore della Clinica dermatologica Mario Delfino e la responsabile scientifica del progetto Gabriella Fabbrocini, Direttore della Scuola di specializzazione in Dermatovenereologia e responsabile del Programma di Dermatologia Interventistica e Dermatopatie Immunomediate e degli annessi cutanei.

App-Date Psoriasi si basa sull’utilizzo combinato dei nuovi strumenti di comunicazione e delle più moderne tecnologie digitali per la diagnostica e punta a creare un collegamento sistematico tra medici del territorio e centri di eccellenza, per assicurare ai pazienti con psoriasi il miglior percorso diagnostico-terapeutico: un sistema hub and spoke, quindi, nell’interesse del paziente per semplificare l’accesso alle cure specialistiche assicurando la migliore qualità possibile.

È importante che presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II i pazienti possano contare su un approccio moderno che si avvale di tecnologie innovative che agevolano la creazione di una rete sul territorio in grado di garantire continuità e sicurezza delle cure. Un progetto che vede unite numerose realtà di eccellenza assistenziale, nell’interesse dei cittadini della Regione Campania”, sottolinea l’Avv. Iervolino.

Attraverso un’apposita piattaforma on-line – la DermoPSO Platform – che consente anche collegamenti video in tempo reale, sarà infatti reso disponibile un sistema di applicazioni e servizi ICT che faciliteranno la gestione di ogni fase della patologia, ad iniziare dalla diagnosi, e i percorsi terapeutici, a partire dall’appuntamento per la visita presso il centro di riferimento.

La psoriasi è una patologia invalidante – spiega la Prof. Fabbrocini – di cui a Napoli, secondo le stime, sono affette circa 30.000 persone e moltissime, pur avendo sviluppato una forma grave della malattia, non sono in terapia né effettuano i dovuti controlli. Eppure oggi abbiamo a disposizione terapie innovative quali i fumarati,  i farmaci biologici  e i biosimilari che agiscono su alcuni target specifici del processo infiammatorio, migliorando nettamente la qualità di vita e eliminando la cronicità della patologia”.

La psoriasi è infatti una patologia infiammatoria cronica cutanea che nella sua variante più comune si manifesta con la presenza di placche desquamanti, spesso localizzate a gomiti, ginocchia e cuoio capelluto. Colpisce entrambi i sessi e può insorgere a qualsiasi età, anche se l’incidenza raggiunge un picco tra i 30 e i 40 anni. Oltre alla cute, la psoriasi può colpire altri organi ed apparati – come quello scheletrico – assumendo i caratteri di una patologia sistemica e spesso si associa ad un aumento di ipertensione, diabete, sindrome metabolica, rischio cardiovascolare.

Direttore editoriale
Nessun commento

Rispondi

*

*

POST POPOLARI