Notizie in evidenza:
Oggi è:
giovedì 20 gennaio 2022
Immagine

L’Unità Operativa Clinica di Dermatologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli diretta dalla Prof. Gabriella Fabbrocini, nell’ambito dei progetti di ricerca volti all’umanizzazione dei percorsi clinici e terapeutici cui è sensibile da anni, il prossimo lunedì, 17 gennaio, a partire dalle ore 9.00, attiverà Pso – Call Me, call center riservato ai pazienti in cura per psoriasi.

Immagine

L’Unità Operativa Clinica di Dermatologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli diretta dalla Prof. Gabriella Fabbrocini, nell’ambito dei progetti di ricerca volti all’umanizzazione dei percorsi clinici e terapeutici cui è sensibile da anni,  il prossimo lunedì, 17 gennaio, a partire dalle ore 9.00, attiverà Pso – Call Me, call center riservato ai pazienti in cura per psoriasi.
Operativo dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 17.00, al numero  848.800.932, il Centro nasce in risposta all’emergenza determinata dalla persistente pandemia da Covid 19, che sta ostacolando il corretto follow up e supporto dei pazienti con patologie croniche quale, appunto, la psoriasi che nelle forme moderata-grave richiede terapie sistemiche a gestione periodica e controlli costanti.
La  struttura, realizzata con il supporto non condizionante di ABBVIE, costituirà una vera e propria centrale proattiva di contatto e riferimento nel lungo intervallo di tempo tra i controlli in presenza imposto dalla pandemia: “la psoriasi ha un forte impatto sulla qualità di vita e sulla sfera sociale ed emotiva dei pazienti, e l’aderenza ai protocolli terapeutici è fondamentale per l’ottenimento dei risultati – spiega infatti la Prof. Gabriella Fabbrocini, direttore dell’UOC e presidente della Scuola di specializzazione in Dermatologia della Federico II – La gestione a lungo termine della patologia non può quindi prescindere da un continuo contatto e supporto del paziente”.
Il numero dedicato 848 800 932 è a disposizione dei  pazienti come dei loro caregivers per fornire tempestive risposte a dubbi e quesiti, ad iniziare dalle questioni  di natura logistica e amministrativa, dare  informazioni relative alla patologia, alle terapie, ai comportamenti e agli stili di vita in grado di influenzare la malattia.
Il progetto andrà avanti fino alla fine del 2022

Direttore editoriale

POST POPOLARI