Notizie in evidenza:
Oggi è:
sabato 03 dicembre 2022

 

Campanella Gesù Vecchio

CONCLUSA CON GRANDE SUCCESSO LA SESTA EDIZIONE DI SPINACORONA

Quasi quattromila spettatori, tra i quali numerosi turisti stranieri, hanno affollato i concerti della sesta edizione di Spinacorona passeggiate musicali napoletane, il Festival ideato e diretto da Michele Campanella e finanziato dal Comune di Napoli, prodotto da Gabbianella Club e Ravello Creative Lab.

La possibilità di ascoltare grande musica, finalmente dal vivo e accedendo liberamente a ognuno dei tredici diversi e straordinari luoghi che l’hanno ospitata, è stata un’ondata che ha felicemente coinvolto appassionati e curiosi che hanno salutato con grande calore i centotre protagonisti della rassegna e sono stati incantati dalla emozionante bellezza di Chiese, Conventi, Cortili e Musei che in molti casi erano fino a quel momento sconosciuti per i più.

Dalle prime note delle giovanissime Nora e Aran Spignoli Soria, premiate come musiciste destinate a un radioso futuro, si è passati al Mozart dell’Orchestra della Toscana, Michele Campanella e Monica Leone fino al gran finale con Maria Pia De Vito, Gabriele Mirabassi e Huw Warren dedicato ai suoni e ai colori della nostra tradizione musicale rivissuti attraverso la lente cosmopolita del jazz più raffinato.

Il Sestetto del Concertgebouw di Amsterdam, il Fine Arts Quartet, Kyoko Yonemoto, Enrico Dindo, Calogero Palermo, Paolo Marzocchi, Valentina Coladonato, L’Astrée, il Quartetto Indaco, l’Ensemble Vocale di Napoli diretto da Antonio Spagnolo, Fabio Fabbrizzi e Guido Barbieri sono stati gli applauditi protagonisti di momenti di gioia o di autentica commozione.

Monica Leone, Roberto Plano, Leonardo Colafelice, Michele Campanella, Maurizio Baglini, Andrea Padova, Fabrizio Soprano e Francesco Libetta si sono dati il cambio nella intensa e coinvolgente staffetta lisztiana che ha occupato per intero la giornata di sabato 1 ottobre; l’ospite d’onore Pēteris Vasks, tra i nomi più illustri della nuova musica baltica, ha potuto far conoscere la sua musica al pubblico italiano che l’ha apprezzata tributando al concerto monografico di domenica 2 uno straordinario successo.

Le sedi sono state generosamente messe a disposizione grazie alla preziosa collaborazione di Fabio Mangone e dell’Arciconfraternita della Disciplina della Santa Croce, di Antonella Cucciniello, Deanna Castino e dello Staff della Biblioteca e Complesso Monumentale dei Girolamini, del Capitolo Metropolitano della Cattedrale di Napoli, delle Suore Crocifisse Adoratrici dell’Eucaristia di Napoli, del Governo della Fondazione Real Manso di Scala, delle
Figlie di Maria Ausiliatrice – Salesiane di Don Bosco, di Piergiulio Cappelletti, Carmela Petti, Rosanna Del Monte e dello Staff dei Musei delle Scienze Naturali e Fisiche dell’Università Federico II di Napoli, di Don Rosario Cantone Rettore della Basilica del Gesù Vecchio, del Dipartimento di Architettura dell’Università Federico II di Napoli, di Don Rosario Belli direttore dell’Istituto Don Orione Napoli, di Don Salvatore Fratellanza e dell’Arciconfraternita Sant’Anna e San Carlo Borromeo dei Lombardi e delle Suore della Carità di Santa Giovanna Antida Thouret.

Il coordinamento artistico è stato di Giovanni Oliva, la segreteria artistica di Livia Grimaldi, la comunicazione e l’immagine sono curate da Artetica e Doppiavoce.

Direttore editoriale
Nessun commento

Rispondi

*

*

POST POPOLARI