prof_fabbrocini_quad

La Prof. Gabriella Fabbrocini, direttore dell’Unità Operativa clinica e della Scuola di Dermatologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli, con decreto 34/2021 è stata nominata dal Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, componente dell’Osservatorio dedicato alla Medicina di Genere, come rappresentante del Ministero per l’Università a la Ricerca scientifica.

prof_fabbrocini_quad

 

La Prof. Gabriella Fabbrocini, direttore dell’Unità Operativa clinica e della Scuola di Dermatologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli, con decreto 34/2021 è stata nominata dal Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, componente dell’Osservatorio dedicato alla Medicina di Genere, come rappresentante del Ministero per l’Università a la Ricerca scientifica.

La  Prof. Gabriella Fabbrocini è da sempre attivamente impegnata nel sociale con iniziative di vasto respiro che vanno dalla medicina di prossimità, con visite gratuite e campagne di informazione e prevenzione, all’attivazione di ambulatori dedicati a pazienti particolarmente fragili, come quello del “Corpo ritrovato” finalizzato a prevenire, contenere e curare gli effetti collaterali cutanei delle terapie antitumorali, con un’equipe multidisciplinare composta da psicologi, nutrizionisti e cosmetologi esperti, e quello di “Dermatologia sociale ed etnica”, specificamente rivolto ai pazienti stranieri di diverse etnie, con esperti in grado di riconoscere patologie spesso difficilmente diagnosticabili con le comuni tecniche di screening.

Complessivamente sono 37 gli esperti, in rappresentanza di vari enti e istituzioni, che compongono l’Osservatorio, cui compete assicurare l’avvio, il mantenimento e il monitoraggio dell’attuazione delle azioni di promozione, applicazione e sostegno alla medicina di genere, assicurando il contributo delle diverse istituzioni centrali e regionali. L’incarico, che non prevede oneri a carico del Bilancio dello Stato, ha durata triennale.

Direttore editoriale

POST POPOLARI